La vita sembra leggera

Le montagne sembrano nascere dall’ acqua con mantelline fitte di abeti e corone di nuvole. Sul lago di Dobbiaco diviso in due da una striscia di luce, galleggiano cigni e gallinelle.

Questo microcosmo di serenità cancella dalla mente guerre e conflitti, il mondo sembra in pace e il respiro rallenta. Due ragazzi si tuffano in acqua, rabbrividendo un po’, sopra di loro il volo veloce di due anatre. La vita fluttua leggera.



Mi chiedi insistentemente nella tua telefonata. > Dove sei ora? Sei sempre da sola? <

Vorrei risponderti che è proprio quando si è soli che non si è mai soli, ma dubito che capiresti.



Le lunghe ombre degli alberi si riflettono nello specchio del lago, il riflesso è reale ma diverso dalla realtà.

La realtà è uno specchio ingannevole dove siamo convinti di vedere un mondo distaccato da noi? E' solo una proiezione della mente?

Se impariamo a controllare i pensieri, possiamo controllare la realtà?



Rimuginando, mi avvio lungo il sentiero intorno al lago, godendo della varietà del paesaggio e della presenza di molte famigliole di uccelli acquatici, sono affamata..

Al ristorante sul lago che prediligo, "il mio tavolo" è occupato da un papà con figlia adolescente, sulla terrazza affollata risuona la voce cantilenante e implacabile di D, l’efficientissima capo cameriera. Gli altri tavoli sono affollati e D. mi indica/ordina di sedermi al loro tavolo molto spazioso. Quello è l’unico punto da dove la vista del lago è sgombra dai piccoli paraventi in legno e dai sostegni degli ombrelloni e spero che i cigni si avvicinino per riprenderli.

Non ricordo mai come iniziano le mie conversazioni con gli sconosciuti, si parlava di montagna e di escursioni. Credo di aver detto, nel confronto tra il lago di Braies e quello di Dobbiaco dove ci troviamo, che il primo l’ho vissuto come un teatro dove si va per vivere emozioni, mentre questo è semplicemente Casa.

La conversazione si snocciola come un cestino di ciliegie gustose, tra informazioni di viaggio, confidenze esistenziali e risate. Dopo la freddezza sudtirolese, un po’ di calore italiano stimola chiacchiere in libertà. Sorrido davanti alle schermaglie scherzose tra i due, ricordando i bei viaggi fatti insieme alle mie figlie, soprattutto gioisco di questo incontro che, proprio perchè inaspettato, aggiunge al convivio una dimensione speciale per tutti noi.


D. sembra onnipresente, giorni prima osservandola, ho immaginato la scena di un film con lei, anzi con molte lei che si incrociano in contemporanea, da un tavolo all’altro del ristorante, con un movimento accelerato, mentre invece la sua voce rallentata riempie l’aria.

Quel giorno c’era stata una piccola tensione tra noi, mentre giravo un video della superficie del lago, di cui le folate di vento mutevole ne trasformavano continuamente il colore e il rilievo, la sua voce insisteva a chiedere la mia attenzione con la ripetizione fastidiosa di un “Signora, signora, signora”, solo per comunicarmi che lasciava il conto sul tavolo.

Questa sera invece, qualche battuta scherzosa sulle sue braghette tirolesi ha ricreato quella complicità che spesso nasce tra donne.


La serata passa in fretta, dopo saluti affettuosi e scambio di mail con i vicini di tavolo, babbo e figlia ripartono, lanciandomi dalla strada > E' stata una bella serata! <

Lo è stata anche per me.

Questa notte ci sarà l'eclisse, Fisso il lago e la conca di cielo tra le due montagne dove si dovrebbe vedere. D. si avvicina per farmi vedere la foto della luna piena fatta sul lago tempo prima; è la sua risposta alla mia domanda > Che colore ha l’acqua quando scende la notte? <



Mi fa segno di aspettarla vicino alla cassa sommersa da centinaia di scontrini, arriva in fretta con il cellulare in mano e mi mosrta altre foto del lago di notte. sono tutte meravigliose; le chiedo se vuole mandarmele su whatsapp, le vorrei avere. Ci scambiamo i numeri e qualche informazione su di lei, mi mostra l’immagine di una bella bimba, sua figlia.

Il lago di notte ora è nel mio cellulare, posso emozionarmi a riguardarlo quando voglio. In cambio le mando una mia foto del lago di Braies. Più tardi, a notte fonda, ho ricevuto anche la sua foto dell'eclisse sul lago. Che meraviglia scambiarsi le foto con chi ama farle e riceverle. E’ una condivisione di bellezza.


Scorri giù per lasciare un commento.

Scroll down to leave a comment.


All Images and Original Text copyright Solo Moles - Travel One 2019

Contact solomoles@gmail.com



310 visualizzazioni1 commento